Il Bernese, come tutti i cani di grande taglia, necessita di un’alimentazione adeguata per il corretto sviluppo muscolo-scheletrico, soprattutto durante la fase della crescita. Prima regola fondamentale nell’alimentazione di un Bernese è quella di non sovralimentate il nostro amico peloso, per non appesantirne inutilmente la struttura. Altra regola importante da seguire è quella relativa al numero dei pasti: questi dovranno essere tre, mattina, mezzogiorno e sera, fino ai dieci mesi, per poi diventare due, distanziati tra loro nell’arco del giorno, per tutta la vita del nostro amico a quattro zampe. Altra scelta che tocca ad ogni nuovo proprietario di Bernese è quella tra alimenti pronti e alimenti casalinghi. Entrambi i tipi di alimentazione presentano vantaggi e svantaggi: personalmente ho deciso per una alimentazione (compatibilmente con il tempo a disposizione) quanto più casalinga possibile. Infatti i nostri bernesi, oltre alle classiche crocchette (generalmente al pesce), vengono alimentati con una parte di carboidrati (pane, pasta, riso, avena) e una di proteine (pollo, coniglio, vitello e agnello rigorosamente crudo; il maiale, invece, viene cotto), più integrazioni con  rosso d’uovo (due volte alla settimana), parmigiano, ricotta fresca, olio di semi e verdure. Di inverno, per evitare la dispersione del calore e fornirgli energia sufficiente per l’attività motoria, è consigliabile integrare la dieta con dei grassi (40 grammi di lardo massimo al giorno). Per maggiori informazioni su come seguire una corretta alimentazione di tipo casalingo si possono consultare i vari siti presenti sul web che trattano della dieta BARF.

E’ sconsigliata vivamente una dieta fatta di avanzi di cucina, fritture e dolci, difficilmente digeribili dal cane. Non deve mai mancare, inoltre, un’abbondante ciotola d’acqua fresca.

…………………………………………………………………………………………………………………………………